mercoledì 20 maggio 2015

FOOD NEWS | Febbraio 2016: Arriva a Milano il Salon du Chocolat. Quando il cioccolato incontra la moda.


Il più importante evento mondiale dedicato al Cioccolato arriverà anche a Milano. Dopo 20 anni di successi nelle principali capitali del mondo, Salon du Chocolat Milano farà vivere il connubio tra moda e cioccolato. Dal 13 al 15 febbraio 2016, al The Mall di Porta Nuova, tre giorni di eventi e degustazioni dedicati al “cibo degli dèi”.

Il Salon du Chocolat arriva finalmente a Milano, capitale della moda, del design e città prediletta dei foodies cui mancava però un ingrediente decisivo, il cioccolato.




La creatività incontrerà la moda:“Chocolate Fashion Show” sarà  l’evento che sublimerà il talento di stilisti all’avanguardia con l’arte dei maestri cioccolatieri, per offrire al pubblico un’interpretazione del cioccolato di alto livello e di grande appeal creativo. Un evento esclusivo che vedrà coinvolta Silvia Grilli, direttore di Grazia Magazine e il suo autorevole staff guidato da Paula Reed, famosa fashion editor internazionale.

Inoltre, saranno presenti artigiani, maestri cioccolatieri, pasticceri, artisti, che metteranno il loro talento al servizio del cioccolato. Davide Comaschi e l’Accademia di Maestri Pasticceri Italiani garantiranno la presenza di rinomati cioccolatieri e pasticceri che condivideranno con il pubblico la loro passione per il cioccolato con dimostrazioni e lezioni culinarie tenute da maître chocolatier e chef prestigiosi.


Salon du Chocolat Milano si terrà dal 13 al 15 febbraio 2016 presso The Mall spazio polifunzionale del nuovo business district di Porta Nuova. In programma degustazioni, spettacoli, gadget dedicati agli innamorati e tante sorprese per farsi coccolare dal cioccolato.


21 ANNI ALL’ INSEGNA DEL GUSTO:

“Salon du Chocolat” nasce a Parigi nel 1994 dall’intuizione di Sylvie Douce e Francois Jeantet con  l’obiettivo di far scoprire il cioccolato in tutte le sue forme. In questi 21 anni sono stati organizzati 165 saloni, per una media di 20 saloni all’anno. La manifestazione raggiunge oggi 30 città su 4 continenti. Complessivamente ha coinvolto 9000 espositori e un pubblico di 6,5 milioni di visitatori.

venerdì 15 maggio 2015

RICETTA | Tartellette di frolla al tè verde con crema leggera alla vaniglia e ananas caramellato per Dammann e Les Pommes


L'idea è deliziosa e nasce dalla collaborazione tra il Bistrot Les Pommes (di Via Pastrengo 7 a Milano) e 
Dammann il celebre tè che raccoglie profumi lontani e gusti intensi di culture diverse. Un legame, tra Les Pommes e Dammann, che si fonde sulla comune passione per le cose fatte con amore e attenzione alla qualità.


Ho creato questa ricetta fondendo la mia passione per la semplicità, l'estetica e il gusto, gli stessi principi di Dammann (tè semplice dai toni decisi e aromatizzati) e Les Pommes (un luogo davvero davvero delizioso!).  

La ricetta: Tartellette di frolla al tè verde con crema leggera alla vaniglia e ananas caramellato 

Ingredienti: per circa 8 tartellette
Per la frolla: 
250 g di farina tipo 2 (anche la 00 va bene) 
1 tuorli d'uovo + 1 uovo intero
100 gr di zucchero di canna 
100 gr di burro freddo a dadini 
1 cucchiaio di tè verde Dammann 
Per la farcitura
crema alla vaniglia (125 gr di panna fresca, 35 ml di latte fresco, 2 cucchiai di  zucchero di canna, 2 tuorli d'uovo e mezza stecca di vaniglia)
qualche fetta di ananas (circa 8 fette) caramellate con qualche cucchiaio di acqua o tè verde infuso e  qualche cucchiaio di zucchero di canna e una noce di burro
tè verde Dammann per decorare


Procedimento: 


1. Create la frolla. Per prima cosa tritate e setacciate con un colino a maglia fine il tè verde. In una ciotola capiente mescolate il burro con lo zucchero di canna, aggiungete le uova e infine il tè verde in polvere. 
Setacciate la farina e aggiungetela al resto degli ingredienti. Impastate bene fino ad ottenere un impasto omogeneo (non deve risultare né appiccicoso né secco). Fate riposare in frigo per almeno mezz'ora la pasta. Riprendetela e nel frattempo accendete il forno a 170 °C. Imburrate e infarinate degli stampini per tartellette; stendete la pasta (circa 4 mm) tagliate un cerchio poco più grande dello stampino (aiutatevi con un coppapasta o un bicchiere) e adagiate la frolla. Sistematela bene nello stampo e fate dei buchi per evitare che si gonfi durante la cottura. Cuocete per circa 15-18 minuti (devono risultare dorate in superficie). 



2. Preparate l'ananas caramellato. In una padella cuocete preparate il caramello con una noce di burro, lo zucchero di canna e l'acqua o il tè infuso. Tagliate a pezzetti le fette di ananas e cuoceteli per circa 5 minuti.


3. Farcite e decorate. Mettete da parte l'ananas caramellato. Preparate la crema alla vaniglia versando in un pentolino la panna, il latte fresco e la vaniglia in stecca (dopo averla incisa per il lungo). Portate a bollore poi spegnete e lasciate raffreddare. A parte amalgamate con una frusta o la planetaria i rossi delle uova con lo zucchero di canna fino ad ottenere un composto omogeneo: versate quindi il contenuto del pentolino dopo aver tolto la stecca della vaniglia (che potrete lasciar asciugare e conservare in un barattolo di vetro contenente zucchero)  in un getto solo - e mescolate energicamente: otterrete la vostra crema. Farcite le tartellette con la crema alla vaniglia, l'ananas caramellato e decorate con il tè verde Dammann, creando così una ricetta degna della filosofia del marchio francese e della cucina di Les Pommes.


venerdì 24 aprile 2015

FOOD NEWS | "My Energy" Dole e la missione longevità.



Milano, 23 Aprile 2015. 
Sappiamo tutti quanto sia importante nella vita equilibrare in nostro organismo mangiando in modo sano e facendo attività fisica più volte alla settimana. Dole, di questo concetto ne ha fatto una vera e propria filosofia di vita.
Nel 2015 Dole, evidenzia l'importanza di uno stile di vita sano per il conseguimento di una vita lunga ed appagante. Elemento chiave dell'innovativa campagna consumer è l'Energy Code (codice energetico) che cristallizza gli aspetti fondamentali della longevità: dieta sana, esercizio fisico e perseguimento dei propri sogni.



Il proprietario di Dole David H. Murdock, all'età di 92 anni, è la migliore testimonianza che ci conferma che inseguire una passione è fondamentale per condurre una vita piena, attiva e soddisfacente fino all'età avanzata. L'energico Murdock ha, infatti, grandi ed importanti obiettivi, soprattutto nel campo della ricerca.
Nel 2005 ha fondato il North Carolina Research Campus (NCRC) all'interno del quale si trova il Nutritional Institute Dole e, intende espandere e trasformare questa struttura nel principale centro di ricerca nutrizionale degli USA.




Lo stile di vita di David H. Murdock è la prova di come la ricerca degli scienziati può essere messa in pratica: in un modo fortemente carismatico, il fondatore personifica il contenuto di "My Energy" sintetizzandolo nel motto "Mangia sano, fai esercizio fisico regolare e trova un obiettivo da perseguire nella vita".

La campagna di comunicazione integrata "My Energy" ruota attorno ai tre elementi cardine dell' "Energy Code".

Per maggiori informazioni visitate il sito www.dole.it e partecipate al concorso a premi "My Energy"!

giovedì 23 aprile 2015

FOOD NEWS | TUTTO FOOD 2015: Milano diventa il cardine dell’agroalimentare nel mondo


Milano, 22 aprile 2015.
È tutto pronto per questa edizione che si preannuncia davvero storica per TUTTOFOOD 2015, il Salone Agroalimentare di Fiera Milano che aprirà i battenti dal 3 al 6 maggio 2015, in concomitanza con la prima settimana di apertura di Expo 2015.
Più di 2.800 espositori, in rappresentanza di 7.000 marchi, una superficie totale di 180 mila metri quadri lordi distribuita su dieci padiglioni, con un tasso altissimo di fidelizzazione delle aziende edizione dopo edizione.





L’edizione 2015 di TUTTOFOOD, terza fiera agroalimentare più importante d’ Europa, accoglierà gli operatori all’interno di una struttura specializzata in otto settori (otto padiglioni, uno di un colore diverso dall’altro).
All’interno del  nuovo TUTTOFOOD si aggiungeranno - oltre ai settori ormai “storici” -  nuove merceologie, registrando così una crescita generalizzata che in alcuni comparti raddoppia i risultati del 2013, come quello dedicato a Carne e Salumi, cresciuto del 40% rispetto al 2013, al dolciario con Dolce Italia, il cui numero di espositori è raddoppiato, al Lattiero Caseario e ai Surgelati, anch’essi più rappresentati, fino al Multiprodotto, che occupa il doppio degli spazi rispetto al 2013 e all’Ho.re.ca.  e Beverage, che ha visto la presenza delle aziende del settore acque minerali e birra crescere rispettivamente del 50% e del 130%.




Il settore Green Food (dedicato al settore alimentare biologico) si è fortemente ampliato e potenziato; l’ intero padiglione è al dedicato al Vending e avrà un’area dedicata agli showcooking. Infine, a TUTTOFOOD 2015 debutterà il settore Ittico, che darà spazio per la prima volta a una delle grandi tipicità del nostro Paese e alle sue tante potenzialità di mercato.

Per tutte le informazioni:www.tuttofood.it


mercoledì 22 aprile 2015

FOOD NEWS | Good Food in Good Expo: l' Ambasciata del Gusto all'ex convento dell'Annunciata di Abbiategrasso.

Nella Foto: Tacos di Riso assortiti - Crema di Gongorzola Dop al 
Miele di Acacia. (Ricetta: Magna Pars Suites Hotel di Milano)


Abbiategrasso, 21 aprile 2015. Good Food in Good Expo. 

 "L’ex convento dell’Annunciata di Abbiategrasso, sarà uno spazio che accompagnerà per sei mesi Expo, lo anticiperà e continuerà ad avere una propria presenza all'interno di un territorio dalla grande vocazione agricola e alimentare. Al centro del dibattito ci sono i prodotti della nostra terra, la capacità di giovani chef di trasformarli in qualcosa di unico al mondo". Parole dell'assessore regionale all'Agricoltura Gianni Fava, che evidenzia gli obiettivi degli “Ambasciatoridel gusto”, la mostra fotografica nata da un'idea di Carlo Cracco, presidente dell’Associazione Maestro Martino, e Giovanni Gastel, presidente onorario dell' Associazione Fotografi Professionisti.


 Nella Foto: Chips di Farina di riso serviti con sanguinaccio
 e gel alla birra cruda. (Ricetta: Chateau Monfort Hotel Milano)




L'ex convento quattrocentesco (restaurato nel 2007) ospiterà gli eventi per Expo 2015 organizzati dall'Associazione Maestro Martino e già dal 6 maggio sarà possibile fruire delle attività di carattere culturale gratuite e aperte al pubblico negli spazi del complesso, che dal 2016 probabilmente accoglierà anche un’Accademia di cucina sotto la supervisione di Cracco. Nel frattempo, durante i prossimi mesi la struttura e la cucina  saranno aperte ad alcuni giovani chef italiani e stranieri, che offriranno un'infarinatura delle potenzialità del progetto che ambisce a diventare una punta di diamante per la valorizzazione del mondo gastronomico italiano.

 Nella foto: il fotografo Giovanni Gastel e lo Chef Carlo Cracco.


"Good Food in Good Expo - Ambasciata del Gusto" rappresenta l'opportunità per presentare al territorio e ad un pubblico nazionale ed internazionale, l'ambiziosa idea di costruire un' Accademia Internazionale di Cucina. Il progetto "Good Food in Good Expo" nasce per diffondere, quindi, una nuova cultura del food e valorizzarla attraverso le eccellenze made in Italy e i prodotti agroalimentari del territorio lombardo in una logica di filiera corta, attraverso una comunicazione innovativa e di impatto. 

L'Associazione Maestro Martino ha individuato nell'ex convento dell'Annunciata di Abbiategrasso il cuore pulsante delle attività fuori Expo, particolarmente intense per la sinergia tra Ambasciata del gusto, il network di protagonisti dell'ospitalità milanese di eccellenza quali gli hotel 5 stelle lusso che parteciperanno al progetto allo scopo di garantire scambi continui tra la città di Milano e Abbiategrasso, in una delle zone a più alta vocazione agricola d'Italia e di Europa. 

Gli chef che partecipano al progetto Good Food in Good Expo sono: 
- Giuseppe Iannotti e Christian Milone (Boscolo Milano)
- Martin Vitalone (Chateau Monfort Hotel Milano) 
- Vito Mollica (Fuor Seasons Hotel Milano) 
- Luigi Taglienti (Palazzo Parigi Milano) 
- Fabrizio Cadei (Hotel Principe di Savoia Milano) 
- Mauro Moia (Grand Hotel et De Milan) 
- Flavio Siccardi (Magna Pars Suites Milano) 

Durante tutto il periodo Expo sarà possibile degustare gli ExpoAppetizer a base di ingredienti lombardi realizzati dagli chef.