lunedì 14 luglio 2014

Edelices: L'alta gastronomia d'eccellenza

 Marmellata di Christine Ferber.

Sono un po' in ritardo nella pubblicazione di questo post (come del resto per altri in fase di revisione) ma credo che non sia mai troppo tardi per mettervi l'acquolina in bocca. 


Edelices.it è la gastronomia online di prodotti tipici francesi. Grazie ai consigli di chef e cuochi stellati, l'alta gastronomia edelices.it offre una selezione di prodotti gastronomici d'eccezione: le marmellate Christine Ferber, l'aceto balsamico Leonardi, il brodo Ariake, i succhi di Alain Milliat, i the Dammann Frères, i mieli biologici, le spezie Gérard Vives, gli oli d'oliva, gli antipasti Oliveri. Insomma, una vasta gamma di ingredienti eccellenti e assolutamente da provare.



Volete un parere sui prodotti Edelice.it ? Acquistateli... Sono a dir poco deliziosi!
La mia preferita è senza dubbio la confettura di lamponi e violetta, delicata e fruttata al punto giusto.




E un altro ingredienti che ho apprezzato moltissimo è stata la farina per preparare il pane di autunno... Lo so si prepara ad autunno, ma io non ho resistito!


mercoledì 9 luglio 2014

Instagram, breakfast & shopping


#h&m #sunglusses #biscuits # foulardvintage


#h&m #kitchen #shabbychic 

Luglio col bene che ti voglio, dicevano. 
Il tempo passa in fretta e invece di pranzare con le gustose insalata estive torniamo a scaldarci con zuppe di verdure calde avvolte da un dolce foulard vintage. Anche se io alle insalate fresche e colorate non riesco proprio a rinunciare. 


#salad #carrots #zucchini #basilico #food

Cambia la stagione, cambiano le abitudini e anche se si volta pagina l'oroscopo mi aveva avvisata di un ritorno al passato: niente uomini, niente robette sentimentali.. Solo amore per lo shopping. 
Un ritorno di fiamma per la sottoscritta... che in questo post svela un segreto, per giunta.

Sono fatta strana io: cambio tovagliette come se fossero borse, in base alla stagione e al tempo so quale utilizzare. Non rinuncio al make up ogni mattina, così come non saprei rinunciare al mio espresso appena sveglia. E al posto del bacino della buona notte, mi piace coccolarmi con una manciata di biscotti - integrali e con lo zucchero di canna. 

Forse mi sento rinata, forse ho iniziato da capo (come si dice?! Quando si tocca il fondo è proprio il momento di risalire, no?!) o forse ho solo accantonato quella dolcissima ossessione chiamatasi cibo. Cibo appena sveglia, conto delle calorie prima addormentarmi, sensi di colpa dopo una fetta di torta al cioccolato (due fette, per l'esattezza). Una passione non può tornare ad essere un tormento, e penso che in questo pensiero molte di noi si ritrovino. Ma non vado oltre. 

Un'altra ossessione, probabilmente più sana o solamente più in voga è l'app Instagram... Non è vero ragazzi?? Ecco, io di questo periodo mi sono fissata con le colazioni! Quelle light e sane, adatte per una stagione estiva... quella che stiamo aspettando e che forse quest'anno ritarderà. 


#healty #healtybreakfast #figs #yogurt #nuts #greentea


#healty #healtybreakfast #peach #nuts #greentea #stilllife


#healty #healtybreakfast #smoothie #banana #yogurt #melon #celery

Ricetta smoothie: 
1 banana 
1 cetriolo 
2 fette di melone bianco
3 cucchiai di yogurt bianco light 

Smoothie Recipe: 
1 banana 
1 celery
2 piece of melon
3 tbs of yogurt 


#pizza #pm #bacididama #blog #insant #picofpictures

Naturalmente il vizio di mettere le mani in pasta non mi passa mai! 

N.

giovedì 26 giugno 2014

Spaghetti Delverde con ragù di zucchine e sgombro.


Una ricetta per gli amanti delle zucchine e.. degli spaghetti!
Ho scelto la marca Del Verde per il suo sapore deciso ed eccellente: il pastificio produce una pasta di altissima qualità, selezionando e scegliendo le migliori semole di grano duro.





Ingredienti: per 2 persone
180 gr di spaghetti Del Verde
2 filetti di sgombro, già puliti e privati delle spine (oppure due scatolette di sgombro al naturale)
4 zucchine piccole
olio extravergine di oliva
2 cucchiaini di aglio in polvere
pepe e sale q.b.
1 cucchiaio di prezzemolo
1 cucchiaio di basilico + altro per guarnire
1 peperoncino secco

Procedimento: 
1. Mettete una pentola d'acqua sul fuoco e mentre aspettate la bollitura preparate il ragù.
2. Lavate, asciugate e tagliate a julienne le zucchine e fate rosolare lo sgombro insieme a dell'olio di oliva in una padella antiaderente: aggiungete l'aglio e il pepe e con una forchetta schiacciate lo sgombro. Aggiungete le zucchine, il sale e il pepe. Cuocete con il coperchio per 10 minuti.
3. Aggiungete al "ragù" il prezzemolo e il basilico. Spegnete la fiamma e versate la pasta nell'acqua che nel frattempo avrà raggiunto la bollitura.
4. Scolate la pasta e conditela con il ragù, aggiungete le foglie di basilico rimaste e il peperoncino tritato.



N.

sabato 14 giugno 2014

Di confettura, tortino croccante, prove e fotografie migliori


Era destino... Che tornassi qui a scrivere di nuovo di cucina, di fotografie e di ricette rivisitate. E soprattutto a lavorare come freelance a tutti gli effetti.
Era destino che mi ritrovassi in una cucina a seguire passo passo un cuoco che nel giro di poco tempo avrei lasciato, era destino che mi ritrovassi dietro un bancone con la punta del naso sporca di panna intenta a farcire una torta per trenta persone.
Era destino che io tornassi in campo più carica che mai, pronta ad affrontare e a colpire senza paura.
Il destino ha voluto che quella storia durata anni finisse "da un momento all'altro"... Era destino, punto e basta, che ognuno di noi prendesse la propria strada. Era destino quell'incontro inaspettato.
Il destino ha voluto che in una sera qualunque squillasse il telefono, la parola di un amico al momento giusto ha colmato le lacrime nel momento giusto.
Infine, il destino ha voluto finalmente fammi trovare l'occasione della vita - spero. Un lavoro nuovo, in cui  mettere tutta la passione e la voglia di imparare. Forse è arrivato il momento di capire cosa realmente vorrei fare da grande.

TORTINO CROCCANTE AL CIOCCOLATO FONDENTE E NOCCIOLE TOSTATE. 
Ingredienti: 
200 gr di nocciole sgusciate, tostate in forno per 10 minuti
200 gr di cioccolato fondente 100% di cacao
200 gr di zucchero semolato vanigliato
200 gr di burro freddo 

Procedimento:  
1. Tritate le nocciole e mettetele in una ciotola grande. Aggiungete lo zucchero.
2. In un pentolino sciogliete il burro con il cioccolato spezzettato, mescolate per non far attaccare il cioccolato sul fondo. Spegnete e versate nella ciotola con gli ingredienti secchi. 
3. Con l'aiuto di un cucchiaio di legno mescolate il composto (risulterà poco omogeneo). Versate l'impasto in uno stampino per plumcake unto con del burro e fate riposare in frigo per 30 minuti.  
4.Scaldate il forno a 200°C e cuocete per 15 minuti. 
5. Abbassate la temperatura a 180°C e cuocete per altri 15 minuti. 
6. Abbassate nuovamente la temperatura del forno a 160°C e fate cuocere per 15 minuti. 
7. Togliete dal forno, lasciatelo a temperatura ambiente per qualche minuto poi conservatelo in frigo. 
8. Servite con della créme fraiche o della semplice panna montata e riccioli di cioccolato. 

CONFETTURA DI ALBICOCCHE BIO.
Ingredienti: (per due/tre barattoli di piccola dimensione)
1 kg di albicocche bio
200 gr di zucchero di canna bio
1 limone grande biologico

Procedimento: 
1. Lavate e asciugate le albicocche, privatele del nocciolo e tagliatele a spicchi.
2. Mettete le albicocche in una ciotola, aggiungete il succo di un limone grande (o due limoni piccoli) e lo zucchero. Ponetelo in frigo e lasciate riposare per qualche ora (circa 2/3 ore o mezza giornata).
3. Riprendete le albicocche e versatele in una pentola: cuocete a fiamma media per i primi minuti, poi abbassate la fiamma e mescolate di continuo.
4. Versate la confettura all'interno dei vasetti di vetro (sterilizzati in forno o a bagno maria) e chiudete il coperchio bene.
5. Per ultima cosa, appoggiate i barattoli in una pentola contenente acqua per una ventina di minuti, lasciando andare la fiamma bassa.
6. Togliete i barattoli e consumate dopo un mese circa.

NUOVI SCATTI: UN PICCOLO WORK IN PROGRESS


Robiola su pane tostato. 


Asparagi.


Robiola.

Su tumblr il mio portfolio completo: http://noemicilenti-photographer.tumblr.com/ 

lunedì 2 giugno 2014

Insalata di pesche, noci e grana



Storie di cucina, di brunoise e di tavoli apparecchiati.
Storie finite e alcune dimenticate. Amicizie, biscotti e gelati in solitudine.
Storie abbandonate, quelle scritte per libri mai conclusi. Storie partite da capo, la mia probabilmente.
"Chiuso un libro, aperto un altro. Nuovo, non quello vecchio" disse un amico, sincero questa volta.
Abbracci e fazzoletti consumati, caffè e panna montata per una serata finita troppo tardi.
Si riparte, si rinizia da capo, pensando al passato e riflettendo sul futuro. Si va, con i piedi di piombo "Mai aver paura", né durante una partita di softair e nemmeno nella vita.

E così dopo una lunga assenza per un impiego all'interno di una cucina di un piccolo ristorante, non vi dico addio miei cari lettori, ma ritorno consapevole di non essere sempre presente con i post e le fotografie, anche se sono presente con il cuore in questo mio diario spensierato, pieno di ricette, scatti e storie.



Una ricetta veloce veloce adatta all'arrivo dell'estate.

INSALATA DI PESCHE, NOCI E GRANA. 
Ingredienti: (dosi a piacere)
insalata iceberg, pulita e tagliata
pesche noci
noci sgusciate
grana a scaglie
sale e pepe
olio extravergine di oliva biologico
basilico
un goccio di limone (facoltativo)

Procedimento: 
Mettete in una ciotola l'insalata, aggiungete le pesche noci lavate e tagliate a spicchi, le noci sgusciate e spezzettate, il formaggio grana e condite con sale, pepe, olio e basilico. Se volete una spruzzata acidula, aggiungete anche il limone.

Si prepara in pochi minuti: ottima per una cena sul balcone o in giardino, o anche come antipasto.

N. 



lunedì 12 maggio 2014

Ravioli di pasta fresca fatta in casa con ripieno di mascarpone e noci, aromatizzati con burro al basilico.


Inizio la settimana alla grande e siccome vorrei condividere questa mia felicità e determinazione con voi, ho deciso di postarvi una delle mie migliori ricette. 
Tante delusioni, soprattutto lavorative ma tante soddisfazioni in altri ambiti... 
Questo piatto è una delle mie migliori creazioni e consiglio ad ognuno di voi di provare questi ravioli ripieni di mascarpone e noci, aromatizzati con burro al basilico. 



INGREDIENTI: PER 4-6 PORZIONI
Per la pasta fresca all’uovo:
500 gr di farina rimacinata + un altro po’ (di Tre Grazie
3 uova intere
2 tuorli d’uovo
1 cucchiaino di sale fino
3 cucchiai di acqua a temperatura ambiente
Per il ripieno:
250 gr di mascarpone
100 gr di noci sgusciate
Due cucchiai scarsi di olio extravergine di oliva
Pepe e sale q.b.
Un cucchiaino di limone
Un cucchiaio di prezzemolo tritato
Un cucchiaio di basilico tritato
Per il condimento:
150 gr di burro
una fogliolina di salvia, qualche fogliolina di basilico
pepe
formaggio grattugiato (tipo Grana Padano o Parmigiano Reggiano)

PROCEDIMENTO:
1.    Preparate la pasta all’uovo: setacciate la farina con il sale e aggiungete tre uova intere e due tuorli d’uovo. Impastate con una mano poi aggiungete tre cucchiai di acqua per ammorbidire la pasta e lavoratela su una spianatoia ben infarinata. L’impasto deve risultare omogeneo (né umido e appiccicoso, né secco e sbricioloso).
2.       Mettete da parte l’impasto e preparate il ripieno: in una ciotola mescolate il mascarpone con l’olio di oliva, un pizzico di sale, il pepe, il basilico e il prezzemolo tritati, e infine le noci (sgusciate e tritate precedentemente). Mescolate bene il tutto e ponetelo in frigo.
3.       Riprendete la pasta e con l’aiuto del mattarello o stira pasta stendetela sottile di circa 1 mm. Prendete uno stampino tondo per ravioli e formate la base. 
4.       Prendete il ripieno e farcite la base di ogni raviolo con metà cucchiaino: piegate delicatamente i ravioli e schiacciando con la punta delle dita lungo l’estremità (per impedire al ripieno di fuoriuscire): il risultato saranno tanti ravioli a forma di luna.
5.       Nel frattempo, scaldate dell’acqua in una pentola grande e quando inizia a bollire buttate del sale grosso. Versate i ravioli e cuoceteli per circa 6-7 minuti (o quando avranno raggiunto la superficie dell’acqua bollente).
6.       In un pentolino fate sciogliere il burro con un pizzico di pepe, la salvia e le foglie di basilico.  Versate il condimento sui ravioli appena scolati e mescolate bene.
7.       Concludete il piatto con qualche foglia di basilico fresco e formaggio grattugiato.
8.       Questi ravioli possono essere preparati qualche giorno prima e conservati in freezer.






N.

lunedì 5 maggio 2014

Pagnotta di grano duro, a lievitazione naturale


Storie di pane, ricette, softair, articoli e fotografie.
Storie di props, libri lasciati a metà, amori che nascono e amici che se ne vanno. 
Storie di ritorni inaspettati, di proposte lavorative e stipendi mai consegnati. 
Storie di sogni impolverati, grembiuli infarinati e carte di cioccolatini mangiati. 
Racconti tra amici che tutto sommato sono diventati più che un gruppo ma una famiglia e chiacchiere al telefono sempre nel momento giusto, per regalare un semplice sorriso. 

In poche parole la mia vita in quest'ultimo anno, in un momento di riflessione. 
Impegni, corsi di cucina e  riviste acquistate da quelle persone che non vedevano l'ora di leggere articoli pieni di passione e determinazione;"Sei la nostra soddisfazione" i miei compagni di squadra e i miei genitori nel leggere l'ultimo numero di Softair Mag
Il periodo delle conferenze stampa è in stand by e anche quello dei servizi fotografici generici e, quando mi domandano le persone "Cosa fai nella vita?" ho sempre il batticuore per l'incertezza della risposta ma soprattutto per la contro risposta. 
Ora è il periodo delle occhiaie a causa delle ore piccole in cui mi infilo nel mio mondo: io, il mio computer e la mia mente. E le briciole di una fetta di pane appena sfornato, giusto perché come dice ogni chef, "Bisogna sempre assaggiare prima di servire"



Ingredienti: per una pagnotta
300 gr di farina di grano duro + qualche cucchiaio per impastare
100 gr di lievito madre rinfrescato + 1 cucchiaino di malto d'orzo
125 ml di acqua tiepida
1/2 cucchiaio di sale fino
50 ml di olio extravergine di oliva + altro po’
sale grosso

Procedimento: 
1. Sciogliete il lievito madre nell'acqua insieme al malto.
2. In una ciotola capiente versate la farina e mescolatela con il sale e l'olio. Versate lentamente l'acqua e mescolate con un cucchiaio di legno. Se l'impasto risulta secco aggiungete altra acqua tiepida, se invece è umido e appiccicoso aggiungete della farina.
3. Impastate ora con una mano per qualche minuto e continuate con entrambe le mani su una spianatoia: l'impasto deve risultare omogeneo.
4. Ungete una ciotola grande con dell'olio e mettete a riposto l'impasto coprendolo con uno straccio umido e due stracci asciutti. Lasciate lievitare per circa 5 ore.
5. Riprendete l'impasto e dategli la forma della pagnotta. Posizionatelo su una teglia rivestita con carta da forno e lasciatelo a riposo (ricoperto con uno straccio) per un'ora e mezza. 
6. Accendete il forno a 200°C non ventilato e poggiate nella grata inferiore una teglia con dell'acqua (in modo da creare vapore). Ungete la superficie con dell'olio di oliva extravergine e infornate per 30-35 minuti. 
7. Per assicurarsi una cottura perfetta, battete con le nocche la base della pagnotta (dovrebbe dare un rumore vuoto). 

N.